la differenza

riporto per intero un comunicato stampa del portavoce del sindaco di venezia.

Il sindaco di Venezia Giorgio Orsoni venuto a conoscenza da notizie di stampa della possibile realizzazione di un Centro di Identificazione ed Espulsione a Venezia ha rilasciato nel pomeriggio la seguente dichiarazione:
“Apprendo con stupore che il ministero dell’Interno Roberto Maroni starebbe ipotizzando l’apertura di un Centro di identificazione ed espulsione a Venezia in aree demaniali, magari dismesse. La scelta, secondo quanto riportato, cadrebbe su Forte Rossarol di via Pezzana a Tessera. Ricordo al ministro che il forte in oggetto è stato acquisito dal Comune di Venezia e da anni ospita il Centro di Solidarietà Don Lorenzo Milani, associazione onlus che si occupa di disagio fisico e psichico, una delle strutture di eccellenza del nostro welfare cittadino. Ma a prescindere da Forte Rossarol, credo vada sottolineato il dubbio sull’opportunità di realizzare questi centri”.

invito chi dice che votare destra o sinistra, ormai, è la stessa cosa a riflettere.

non è lo stesso utilizzare uno spazio per un centro di identificazione ed esplsione o per un centro di accoglienza.

non è la stessa cosa essere inclusivi o escludenti.

per fortuna c’è ancora una piccola differenza fra destra e sinistra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *